Giuseppe De Filippis RRD A.R. 2005-2006




Logo Giuseppe de Filippis

RAC Riva dei Tessali

A.R. 2005/2006

Inno: I’ll be there for you – Rembrandts

Motto: Se puoi sognarlo, puoi farlo


Giuseppe De Filippis Past RD Distretto Rotaract 2120



Esperienze che ti hanno segnato
1
Persone che ti hanno stupito
3
Situazioni irrecuperabili salvate all’ultimo minuto
2
Situazioni pazzesche vissute
1



Sono stato R.D. nell’anno sociale 2005/2006. Sono praticamente passati 10 anni quello che mi chiedete è veramente difficile. I ricordi si sono affievoliti. Quello che ricordo è la spensieratezza con cui abbiamo vissuto quel periodo. Di quegli anni quello che più mi è rimasto sono stati gli amici, perfetti sconosciuti di paesi o città che fino ad allora non avevo mai visto ora sono diventati amici veri. Il Rotaract mi ha dato amici veri, amici con i quali ho condiviso l’esperienza di governare il Distretto 2012 e negli anni successivi al Rotaract altre esperienze. Nell’anno sociale 2005/2006 ci occupammo di sicurezza stradale a livello nazionale e come service distrettuale comprammo un pulmino ad un ambulante di Ostuni.

Last but not least il Congresso Nazionale di Capodanno organizzato a Lecce: uno spettacolo! Riuscimmo a far arrivare più di 200 rotaractiani da tutta Italia fino a Lecce, nel profondo sud!
Un paio di fatti rotaractiani di cui mi piace vantarmi la paternità: il primo sito internet del distretto 2010 venne realizzato durante l’Anno Sociale 2001/2002, l’Erredì Gaetano Nacci incaricò me per realizzarlo. Durante il mio mandato per la prima volta abolimmo del tutto le comunicazioni cartacee, si usarono per la prima volta soltanto le e-mail.

Mi permetto di dare un consiglio da fratello maggiore (e sempre past Erredì) a tutti i rotaractiani: non prendetevi troppo sul serio, avete 20 anni: non giocate a fare i grandi. Fate più riunioni in trattorie e utilizzate di meno le cravatte. La spilletta usatela quando va usata e non a sproposito solo per vostro vanto. Rispettate le autorità ed ascoltate i consigli dei più grandi. Il Rotaract è un club di amici, le cariche vanno rispettate, ma non riverite.



Divider

L’esperienza più emozionante del mio anno

L’organizzazione del Congresso Nazionale di Capodanno è stata l’esperienza più intensa di quell’anno. Per la prima volta nella storia del Distretto siamo riusciti (grazie anche all’ottimo lavoro di Simone e Valerio) a chiudere in attivo un Congresso Nazionale.



In poche parole l’rrd prima e dopo di te

Giuseppe Baldacci: è stato un buon amico, mi dispiace aver perso i contatti con lui nel corso di questi anni.
Luigi Miranda: l’ho preferito più come Erredì che come difensore dell’Inter.

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".